Quanti ritiri a New York

by Francesco d'Amato Print This Article

Archiviata la prematura sconfitta di Nishikori, finalista della scorsa edizione, uno degli argomenti di discussione dopo la prima giornata degli US Open è il numero dei ritiri: ben 7. Nel tabellone maschile hanno alzato bandiera bianca Monfils (sullo 0-5 nel terzo set contro l’ucraino Marchenko), Dolgopolov (alla fine del terzo set, indietro di 2 partite a 1 contro l’australiano Groth), il rappresentante di Taipei Lu contro Kukushkin a partita ormai compromessa, Florian Mayer (0-3 nel quarto e sotto di 2 set a 1 contro Klizan), Stepanek (contro il turco Ilhan nel quarto set) e Andujar fermato da un guaio muscolare alla fine del quarto set, opposto al russo Gabashvili. A conti fatti quasi una partita su cinque di quelle maschili ieri ha fatto registrare un ritiro.

L’unica a non finire il proprio match nel tabellone femminile è stata la russa Diatchenko, ritiratasi contro la favorita numero uno del torneo Serena Williams sullo 0-2 del secondo set, dopo aver già perso il primo. Il dato, riferito evidentemente alle partite degli uomini fa riflettere: il 20% di match non completati in una giornata è un dato anomalo. Colpa della superficie di Flushing Meadows, del fisico sottoposto a carichi di lavoro eccessivi che in questa parte della stagione vengono a galla o dei 39500 $ di montepremi che vanno ai giocatori sconfitti al primo turno e che fanno gola anche a chi non sarebbe in condizioni ideali per scendere in campo? Voi come la pensate?

Francesco D'Amato

Giornalista professionista dal 2003. Dopo aver lavorato per 2 anni a Cagliari nella redazione sportiva di Tiscali, dal 2002 ritorna a Roma dove si è trasferito a 19 anni per frequentare l’università. Nella Capitale cura prima l’ufficio stampa di Acciari Consulting, poi lavora in un’agenzia di stampa parlamentare. Vanta una collaborazione di 15 anni con la Federtennis nell’organizzazione degli Internazionali d’Italia. Entra in Crionet nel 2009, cogliendo al volo l’opportunità di tornare a occuparsi di tennis a tempo pieno.